Acquaro di Cosoleto

Stampa

Il nome di questo piccolo paese ha profonde radici toponomastiche. Precisamente nell’antico blasone era raffigurato un fiume in piena; detto simbolo indicava l’abbondanza delle acque che caratterizza tuttoggi il suo territorio, cosicchè fin dalle origini venne denominato “Acquarium”.

Anticamente (1586), due erano le Chiesa di Acquaro, una dedicata a San Michele Arcangelo(Patrono), l’altra intitolata a San Rocco. Nella prima vi era un altare e sul muro retrostante erano raffigurati il Santo, la Madonna e San Girolamo. Un vaso in argento custodiva il Santissimo Sacramento. I locali erano abitati da una confraternita che viveva di elemosine. Nella seconda Chiesa dedicata a San Rocco, vi era un altare sul quale era posto un tabernacolo di legno. Il tutto era sovrastato dall’immagine del Santo dipinta su tavola. Oltre all’altare centrale, ve ne era uno secondario eretto in onore della Madonna del Rosario.